Il Contesto

Un’indagine congiunta FAO e WFP del 2013 mostra che solo il 7% della popolazione della Guinea Bissau gode di un’alimentazione adeguata, rendendo evidente la necessità di perseguire al più presto un aumento della produzione alimentare.

Dati del locale Ministero dell’Agricoltura e dello Sviluppo Eurale indicano che la produzione di uova e di pollame è gravamente insufficiente per soddisfare la domanda nazionale. Ad esempio nel 2002 furono prodotte 1.100 tonnellate di uova, corrispondenti ad un consumo annuo di sole 13 uova per abitante.

Le ragioni di tale grave carenza sono principalmente la bassa produttività dell’avicultura rurale, la mancanza di formazione specifica, l’assenza di imprese moderne, la difficoltà di accesso al credito agricolo, la dipendenza dall’estero per l’approvvigionamento di vaccini, farmaci veterinari e mangimi.

 

Guinea Bissau

Bissau, Regione di Bissau, Guinea-Bissau

Guinea Bissau

Regione di Cacheu, Guinea-Bissau

Guinea Bissau

Regione di Oio, Guinea-Bissau

 
Gli obiettivi

Il progetto, della durata di 30 mesi, si propone di contribuire a sviluppare una filiera produttiva di proteine di origine animale, riducendo così l’insicurezza alimentare della popolazione ed al contempo dando vita ad attività generatrici di reddito. Ciò avverrà con la strutturazione di una articolata filiera avicola in ambito sia cittadino che rurale, il cui coordinamento sarà in capo al partner Asas de Socorro, responsabile dell’avvio del Centro Pilota di Promozione, Formazione e Produzione Avicola (CEDAVES).

Dettagli di progetto
Paese

Guinea Bissau,

Località

Bissau,Cacheu,Oio,

destinatari

4000 persone

 
Le Attività
  1. Allestimento presso CEDAVES degli spazi per la preparazione dei mangimi e per l’incubazione delle uova. Comprende l’allestimento degli spazi dedicati alla preparazione e al confezionamento dei mangimi, l’installazione dei necessari macchinari, l’allestimento dei pollai per polli da carne e galline ovaiole, la realizzazione degli spazi per l’incubazione delle uova, l’acquisto di 2 incubatrici, la realizzazione degli spazi per l’addestramento nelle tecniche di produzione avicola e di vaccinazione.
  2. Realizzazione di una rete di fornitori cerearicoli. Riguarderanno circa 30 produttori dei vari CSR, che avranno il compito di fornire a CEDAVES le materie prime per la preparazione dei mangimi.
  3. Produzione dei mangimi. Dopo addestramento del personale inizierà la produzione presso CEDAVES dei mangimi, con attenzione alle necessità in prodotti energetici, prodotti proteici, vitamine e minerali. Tutto ciò ridurrà la dipendenza dall’estero nell’approvvigionamento dei mangimi.
  4. Produzione di uova e di animali da riproduzione. Si prevedono la produzione presso CEDAVES di 250 uova giornaliere e la selezione di 500 animali da riproduzione alla settimana, che saranno disponibili ai vari allevatori ad un costo inferiore a quello praticato attualmente su tutto il territorio nazionale.
  5. Formazione degli allevatori. Agli allevatori dei CSR e di UPCA saranno somministrati 6 cicli di formazione sulla produzione, la vaccinazione, la commercializzazione e la gestione amministrativa.
  6. Commercializzazione. Verranno identificati i centri di vendita di pollame nelle aree del progetto (città di Bissau e regioni di Cacheu e Oio) e saranno realizzati un piano di vendita e varie attività promozionali dei prodotti di CEDAVES, dei CSR e di UPCA (mangimi, uova, polli, galline ovaiole).
  7. Sensibilizzazione della popolazione. Mediante varie sessioni di dibattito pubblico saranno sensibilizzate la popolazione sia sui benefici di un’alimentazione più equilibrata e sia sulle opportunità economiche che la filiera avicola può offrire ai piccoli allevatori familiari.

Partner di progetto

ASAS DE SOCORRO
UPCA
6 CENTRI DI SERVIZIO RURALI