Il Contesto

Il dipartimento di Chiquimula è situato nell’oriente del Guatemala, all’interno del cosiddetto “Corredor Seco”, una vasta cintura che si estende dal Messico meridionale a Panama che soffre di una situazione critica senza precedenti a causa di un drastico cambiamento del regime delle precipitazioni.

Nel dipartimento di Chiquimula, in particolare, dove in estate le temperature possono arrivate ai 44 gradi provocando siccità prolungate, la situazione climatica incide direttamente sulla sussistenza di una popolazione già vulnerabile, traducendosi in una grave insufficienza alimentare.

Si stima infatti che, negli ultimi due anni, il 70-80% dei raccolti di mais e fagioli, i due alimenti che costituiscono la base per la sicurezza alimentare di tutta la regione, sia andato perduto.

Secondo i dati del programma governativo “Fame Zero”, nei municipi del dipartimento di Chiquimula la percentuale di popolazione affetta da denutrizione si aggira intorno al 70-75% mentre il 55,6% dei bambini inferiori ai 5 anni soffre di malnutrizione cronica (Dati ENSMI 2014-2015).

Guatemala

Chiquimula, Guatemala

Guatemala

Camotán, Guatemala

 
Gli obiettivi

Il progetto si propone di migliorare la disponibilità, l’accesso e il consumo di alimenti di 40 famiglie del municipio di Camotán incrementando la disponibilità di cibo autoprodotto e migliorando le condizioni igienico-sanitarie della comunità.

Dettagli di progetto
Paese

Guatemala,

Località

Chiquimula,Camotàn,Dos quedabras,Lantinquin,Marimba,

destinatari

40 famiglie

 
Le Attività
  • Corso di formazione in agroecologica sui temi quali la sovranità alimentare, la conservazione del suolo, le tecniche di produzione e l’irrigazione
  • Monitoraggio e manutenzione delle cisterne per la raccolta di acqua piovana, costruite nel 2017-2018 con la collaborazione dell’Università di Firenze-Dagri.
  •  Corsi di formazione su uso, conservazione e gestione dei suoli.
  •  Corsi di formazione per la realizzazione di pesticidi, insetticidi e fogliari naturali.
  •  Semina di grani basici in 5 campi, uno per ogni famiglia destinataria del progetto, che saranno usati come campi dimostrativi per l’applicazione delle le tecniche agro-ecologiche.
  •  Fornitura di 5 silos per le famiglie che realizzeranno i campi dimostrativi con l’obiettivo di migliorare il sistema di stoccaggio e conservazione dei grani basici coltivati.
  •  Creazione di 40 orti familiari per il recupero di piante native, alimentari e medicinali.
  •  Corsi di formazione sulle pratiche di igiene della casa, personale e sulla conservazione degli alimenti.
  •  Creazione di ricette nutrizionali con l’uso delle piante coltivate negli orti familiari.
  •  Produzione di medicamenti naturali realizzati con le piante.

Partner di progetto

Associazione Santiago de Jocotán- ASSAJO