20/12/2017

A settembre in Cambogia si è tenuta la festa di Pchum Be, che celebra l’importanza della famiglia, sia quella vivente che degli antenati, nella cultura cambogiana. Per l’occasione, il centro di accoglienza di Poipet per bambini vittime di trafficking ha svolto attività creative come la preparazione di dolci e la cucina per favorire la connessione tra i bambini e l’eredità culturale, la lingua e la tradizione cambogiane.

Gli operatori del centro di accoglienza hanno invitato un pasticcere esperto nel preparare il Nom Ansom (un pane dolce tradizionale della cultura Khmer). Questi panini dolci rappresentano il valore del trascorre del tempo in famiglia durante questa festa sacra. Come molti cambogiani vi diranno, infatti, è importante preparare i Nom Ansom da scambiarsi con amici e familiari durante il periodo di Pchum Ben.

Per molti bambini senza famiglia questi rituali hanno un’importanza culturale fondamentale e permettono di sperimentare il valore della comunità. L’obiettivo di Damnok Toek, l’organizzazione che gestisce il centro di Poipet, è che ogni bambino di cui ci si prende cura abbia un giorno una famiglia e sia supportato da una comunità. Se fare panini dolci può aiutare a insegnare questi valori, allora gli operatori e gli assistenti sociali si assicureranno che attività come questa continuino!

Scopri il nostro progetto in Cambogia

trova tutti gli articoli
 
Commenti

iscriviti alla nostra newsletter
Ricevi i nostri aggiornamenti