Il Contesto

Nella provincia della Zambezia, nel distretto di Mocubela, si assiste a un impoverimento dei suoli, eccessivamente disboscati e coltivati con tecniche non sostenibili, nonché alla mancanza di sistemi d’irrigazione. La condizione dei coltivatori e produttori di quest’area è inoltre penalizzata dal loro basso potere di negoziazione dei prezzi dovuto all’assenza di strutture di stoccaggio e alla scarsa diversificazione di fonti di reddito e approvvigionamento alimentare.

Mozambico

Mocuba, Provincia di Zambezia, Mozambico

 
Gli obiettivi

Il progetto, della durata di tre anni, si propone di migliorare l’adattamento ai cambiamenti climatici degli abitanti di dieci comunità locali e di ridurre l’impatto delle attività umane su foreste e mangrovieti.

L’obiettivo è quello di implementare un sistema produttivo integrato in grado di ridurre la vulnerabilità ai cambiamenti climatici nel distretto di Mocubela. A tal proposito, verranno aumentate e diversificate le attività produttive agro-silvopastorali in chiave di conservazione dei suoli e di preservazione delle foreste e dei mangrovieti, come strategia per migliorare la resilienza e la capacità di adattamento da parte dei produttori. In questo modo sarà possibile ridurre la pressione antropica sulle risorse naturali che potranno così mantenere il loro ruolo nella mitigazione dei cambiamenti climatici e nell’erogazione di servizi ecosistemici.

Dettagli di progetto
Paese

Mozambico,

Località

Distretto di Mocubela,

destinatari

1000 persone con le loro famiglie

 
Le Attività

Sarà introdotto e rafforzato l’uso di tecniche di agricoltura di conservazione, di allevamento sostenibile e diversificazione di attività agricole generatrici di reddito, saranno ripristinati ecosistemi degradati (mangrovieti e foreste), create unità produttive con metodologia SAF (Sistemi AgroForestali) e rafforzate le capacità locali di pianificazione e gestione territoriale del distretto in un’ottica di conciliazione del trade-off tra sicurezza alimentare e preservazione delle Risorse Naturali. Sarà inoltre migliorata la capacità di risposta precoce alle conseguenze dei cambiamenti climatici degli abitanti delle 10 comunità target e degli attori presenti sul territorio.

  • Implementazione diretta di attività produttive finalizzate a ridurre le emissioni di carbonio limitando l’estensione della frontiera agricola ai danni della zona forestale (agricoltura di conservazione e tecnologie appropriate e sostenibili applicate alle pratiche agricole).
  • Attività finalizzate a migliorare la captazione del carbonio per la mitigazione dei cambiamenti climatici (vivai forestali e di mangrovie), con metodologia SAF (Sistemi AgroForestali), e a introdurre tecnologie appropriate per migliorare l’efficienza nell’utilizzo della legna per la produzione di carbone e per uso domestico (stufe migliorate).
  • Attività volte a migliorare le capacità degli attori locali (membri delle comunità, funzionari e tecnici delle autorità locali, Organizzazioni della Società Civile) nell’offrire una risposta rapida agli effetti degli eventi estremi, nell’analisi della valutazione economica del capitale naturale e nella pianificazione territoriale a livello distrettuale delle risorse.