05/09/2019

Nei mesi di maggio, giugno e luglio 2019 il progetto FORESTE in Mozambico, cofinanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, ha ripreso a correre dopo le difficoltà incontrate in seguito al passaggio del ciclone IDAI. Gli sforzi compiuti per recuperare terreno sono stati straordinari e, anche grazie all’aiuto di nuovi collaboratori mozambicani, sono state portate a termine numerose attività.

A maggio sono ripartiti i lavori per finire le stalle e i pollai comunitari e, ad oggi, tutte e 10 le comunità hanno almeno una stalla e un pollaio. Ora dobbiamo solo attendere l’arrivo degli animali.

A giugno è partita la costruzione di 10 silos comunitari.

I silos sono importantissimi in quanto forniscono un luogo idoneo e sicuro per raccogliere il tesoro di ogni contadino, ovvero il proprio raccolto. Avere un posto sicuro per raccogliere la propria produzione permette alla famiglia di conservare le sementi per la prossima semina, il cibo per la propria alimentazione e il raccolto per poterlo vendere quando il prezzo sul mercato comincerà a salire.

Questa attività di conservazione della produzione alimentare ha preceduto la formazione realizzata in agosto da Mani Tese, in collaborazione con Agri Visão Africa, per formare i contadini delle nostre comunità su come migliorare la commercializzazione dei prodotti agricoli. Ogni comunità avrà un proprio business plan che indicherà i modi più remunerativi per vendere i propri prodotti nelle comunità, nel distretto di Mocubela o in altri distretti.

trova tutti gli articoli
 
Commenti

iscriviti alla nostra newsletter
Ricevi i nostri aggiornamenti