07/02/2022

Il Kenya sta vivendo una nuova ondata di Covid. La variante Omicron sembra aver preso il sopravvento. Si è inoltre verificata una forte incidenza di casi di “influenza” nelle comunità.

Il 2021 è stato per il Kenya un anno pieno di difficoltà, il 2022 si apre con la preoccupazione di possibili nuove restrizioni che potrebbero dare il colpo di grazia alla fragile economia.

In questo panorama complesso e difficile, ci sono però anche delle storie positive. Quella che vi raccontiamo oggi è la storia di un uomo che ha deciso di fare sensibilizzazione in un Paese in cui la riluttanza vaccinale è ancora alta, nonostante i vaccini stiano finalmente arrivando.

Leonard Kiplagat ha voluto compiere un atto simbolico: è partito a piedi da Eldoret con la bandiera del Kenya e recentemente ha raggiunto la capitale Nairobi. Lo ha fatto per ringraziare il personale sanitario e per invitare le persone a vaccinarsi.

Leonard ha deciso di agire spinto dalla velocissima diffusione della variante Omicron e dai bassi tassi di vaccinazione. A dicembre, infatti, poco più del 10% delle persone in Kenya risultava vaccinato.

Leonard, con un fischietto e una bandiera, ha percorso a piedi più di 300 km, fermandosi nei mercati, alle stazioni dei bus e chiamando la gente per informarla dei rischi del virus e dei benefici della vaccinazione. Un gesto di forza e speranza, che anche il ministero locale ha dichiarato lodevole.

Insieme al nostro partner locale Necofa, noi di Mani Tese seguiamo con preoccupazione l’evolversi della situazione e le notizie di molte persone che riportano casi di influenza. Nondimeno continuiamo il lavoro di sensibilizzazione a fianco delle comunità anche in questi giorni con i nostri progetti di cooperazione AGRI-CHANGE: piccole imprese grandi opportunità, cofinanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, MAZIWA! impiego giovanile e sviluppo economico in ambito rurale, cofinanziato da Regione Emilia Romagna, e MAZIWA! un approccio integrato alla filiera della capra da latte in Baringo, sostenuto interamente da Mani Tese.

Dai progetti
Responsabile Paese Kenya

Samuele

Samuele Tini, 37 anni, da Cigliano, in provincia di Vercelli. Ho fatto del servizio alle comunità rurali e allo sviluppo uno stile di vita. Da più di un decennio in Africa, appena finiti gli studi, non ho più lasciato il continente, spaziando dal Mozambico, alla Tanzania, dalla Guinea Bissau  al Sudan e ora mi trovo […]

trova tutti gli articoli
 
Commenti

iscriviti alla nostra newsletter
Ricevi i nostri aggiornamenti