settembre 4, 2017

Oggi il sisma a Ischia, ieri le alluvioni a Genova e in Veneto, l’altro ieri le frane a Giampilieri e a Sarno. E domani a chi toccherà?

L’Italia sta consumando ogni giorno il suo bene più prezioso: il suolo. Il bene comune da cui tutti noi dipendiamo per ricavare cibo, salute e protezione è sotto continua minaccia a causa dello sfruttamento selvaggio. Solo preservando il nostro suolo possiamo impedire nuovi disastri ecologici, alluvioni, frane, contaminazioni delle falde e impedire che la cementificazione prosegua senza riguardo per le risorse naturali mettendo a rischio la sicurezza e la vita delle persone.

Serve una legge che tuteli il suolo, subito.
Come Mani Tese abbiamo aderito alla campagna Salva il suolo e ti chiediamo di firmare l’appello per chiedere all’Europa una direttiva da applicare prontamente in tutti gli Stati Membri, Italia in primis. C’è tempo solo fino al 12 settembre?

COME SI FIRMA
Basta visitare il sito salvailsuolo.it e inserirei i propri dati. (IMPORTANTE: tenere pronto un documento di identità per rendere valida la firma a livello europeo).

La terra dei fuochi_salva il suolo_mani tese_2017

trova tutti gli articoli
 
Commenti

iscriviti alla nostra newsletter
Ricevi i nostri aggiornamenti