29/07/2021

David Chelal vive nella zona di Kirambach, nella contea di Baringo. Nel 2014 ha cominciato a dedicarsi all’orticoltura, ma inizialmente non aveva sufficienti conoscenze in materia e i suoi raccolti erano poveri. Convinto però che l’orticoltura potesse cambiare la sua vita, David si è trasferito prendendo in affitto un nuovo terreno.

Durante questo periodo di cambiamento, David ha imparato molte cose sulla frutticoltura. Ha iniziato a piantare banani e a prendersi cura degli alberi di mango che già si trovavano in quel terreno. Se durante la prima esperienza come agricoltore l’acqua scarseggiava, dopo il trasferimento David è stato più fortunato perché il nuovo terreno è raggiunto da un piccolo canale proveniente da un vicino fiume.

La nuova attività di David è iniziata molto bene, tanto che ha per il momento abbandonato l’orticoltura e il  il suo desiderio è quello di espandere la frutticoltura e aumentare così il proprio reddito. Vista la sua determinazione, lo staff di Mani Tese in Kenya ha deciso di coinvolgerlo nel progetto “Agri-change: piccole imprese grandi opportunità. Sviluppo di filiere agro-alimentari nel bacino del fiume Molo”, cofinanziato dall’Agenzia Italiana per la cooperazione allo sviluppo.

Sono state quindi consegnate a David alcune piante da frutto, in particolare 125 piante di papaia, 15 piante di acacia e 10 piante di mango. Ora David vuole diventare un fornitore di frutta per la città di Marigat, dove vi è un importante mercato, e per altre aree vicine, ma non abbandona il progetto di coltivare ortaggi, anzi.

“Questa esperienza – racconta David – mi ha fatto capire che, con le conoscenze, posso avere successo anche con la coltivazione di ortaggi. Adesso, però, la cosa più importante è che i frutti dei miei alberi vengano raccolti e diventino sia cibo nutriente per la mia famiglia sia una fonte di reddito. Ringrazio Mani Tese perché la formazione è stata fondamentale per permettermi di far crescere bene le piantine”.

Al momento della nostra visita alla fattoria di David, gli alberi erano in ottimo stato ed era già cominciato il momento della raccolta. La speranza è che l’esempio di David possa portare altri agricoltori e abitanti della zona a sviluppare le proprie attività aumentando il proprio reddito e migliorando le proprie condizioni di vita.

trova tutti gli articoli
 
Commenti

iscriviti alla nostra newsletter
Ricevi i nostri aggiornamenti