Michele

Mi chiamo Michele Bernacchini e mi occupo della gestione amministrativa di progetti di inclusione e sensibilizzazione.

Da Ancona mi sono trasferito a Milano per lavorare con Mani Tese dopo una laurea in Cooperazione Internazionale e diversi anni spesi tra volontariato e lavoro in Italia e all’estero.

Ho lavorato in progetti orientati alla tutela dei diritti in ruoli diversi e ho iniziato poi ad interessarmi ai numeri e ai budget, ma soprattutto alle storie e ai percorsi che questi raccontano. Le persone sono il mio principale interesse e i beneficiari dei progetti sono sempre al centro dei miei obiettivi professionali.

La curiosità mi ha aperto al mondo e viaggiare è diventata un’esigenza irrinunciabile di conoscenza, esplorazione e incontro con l’altro e con gli altri mondi. Da qui nasce la volontà di lavorare per una Ong che voglia unire questi mondi e renderli un posto più accogliente.

Di cosa non posso fare a meno? Della mia bici, della libertà che mi fa respirare e della felicità che ogni volta mi regala.