Greta

Mi chiamo Greta Moretti, ho 29 anni e mi sono imbattuta in Mani Tese circa quattro anni fa. Ero alla ricerca di un mobiletto particolare per la casa e dopo alcune ricerche mi ero convinta di poterlo trovare in un mercatino dell’usato: al terzo tentativo capitai in quello di Mani Tese a Verbania. Ero a conoscenza della sua fama, infatti è aperto ormai da diversi anni, così decisi di fare un giro. Mentre chiedevo il prezzo di un mobiletto feci un apprezzamento sull’impegno che gli addetti impiegavano nella vendita e nella sistemazione della merce e mi venne spontaneo offrire il mio aiuto: subito mi venne proposto di venire a dare una mano qualche volta.

Decisi di lì a breve di farlo, sia per la curiosità di sperimentare un’attività di collaborazione, sia perché capii quali erano gli scopi di questa attività: ridurre gli sprechi della nostra società producendo ricchezza da investire nei Paesi in via di sviluppo. Il modo più semplice, pratico e diretto di farlo è proprio quello di rivendere la merce usata, ma anche di organizzare iniziative di sensibilizzazione dove si può parlare della propria esperienza.

A Mani Tese do il mio contributo partecipando al campo estivo e a conferenze nelle scuole, ma soprattutto studiando per realizzare un Centro del riuso nella mia città, dove poter dare nuova vita agli oggetti che non si usano più. Spero che col tempo riusciremo a coinvolgere tante, tantissime persone con l’entusiasmo che mettiamo nelle nostre attività.