Il Contesto

In Guinea-Bissau la disuguaglianza di genere, spesso socialmente accettata, è a livelli allarmanti. Le donne sono esposte a diverse forme di violenza (domestica, psicologica e sessuale, matrimoni precoci e/o forzati e mutilazioni genitali femminili).  Il problema è particolarmente grave in ambito rurale, dato l’isolamento e la difficoltà di accesso ai servizi di informazione o protezione.

L’azione di Mani Tese promuove e garantisce i diritti delle ragazze e delle donne in Guinea-Bissau sulla base della Convenzione sull’eliminazione di ogni forma di discriminazione contro le donne. Prevede, in particolare, lo sviluppo di attività per combattere e prevenire la violenza di genere nelle regioni di Quinara, Tombali, Bafatá, Gabu, SAB (Settore Autonomo di Bissau), Cacheu e Oio, migliorando il sistema di protezione delle vittime e favorendone il reinserimento socio-economico.

Regione di Cacheu

Cacheu, Guinea-Bissau

Regione di Gabu

Gabú, Guinea-Bissau

Regione di Oio

Oio, Guinea-Bissau

Regione di Bafata

Bafatá, Guinea-Bissau

Settore autonomo di Bissau

Bissau, Guinea-Bissau

Regione di Quinara

Quinara, Guinea-Bissau

Regione di Tombali

Tombali, Guinea-Bissau

 
Gli obiettivi

L’intervento mira a garantire continuità alle attività che contribuiscono alla promozione e alla tutela dei diritti delle donne e delle ragazze nel Paese, come previsto dalla CEDAW – Convenzione sull’eliminazione di ogni forma di discriminazione nei confronti della donna. L’obiettivo è quello di combattere e prevenire la violenza di genere nelle regioni di Quínara, Tombali, Bafatá, Gabu, Cacheu, Oio e SAB, migliorando il sistema di protezione delle vittime e promuovendone il reinserimento socio-economico.

Dettagli di progetto
Paese

Guinea Bissau,

Località

Regione di Cacheu, Gabu, Oio, Bafatà, Quinara, Tombali, SAB,

destinatari

Donne e ragazze vittime di violenza di genere

 
Le Attività

PROTEZIONE E REINSERIMENTO DELLE VITTIME DI VIOLENZA DI GENERE

In quest’ambito sono previste tre diverse attività: assistenza educativa, psicosociale e legale alle vittime in due centri di accoglienza (Centro de Acolhimento de Bissau e la Casa de Acolhimento de São Domingos ); selezione e formazione delle famiglie affidatarie per ragazze e donne vittime di violenza di genere; rafforzamento delle competenze del personale dei centri di accoglienza e delle associazioni per l’assistenza e il reinserimento delle ragazze e delle donne vittime di violenza di genere.

RAFFORZAMENTO DELLE COMPETENZE DELLA RETE DEI SERVIZI PER LE VITTIME DELLA VIOLENZA DI GENERE

In questo secondo ambito sono previste quattro diverse attività: formazione dei tecnici dei Centri di Accesso alla giustizia (CAJ) di Gabu, Mansoa e Canchungo sulle competenze psicosociali e l’assistenza alle vittime di violenza di genere; monitoraggio dell’attuazione delle pratiche di formazione per i CAJ (Centri di Accesso alla Giustizia); rafforzamento delle competenze dei funzionari delle Istituzioni preposte all’assistenza alle vittime di violenza di genere; creazione di centri regionali di assistenza alle vittime (CRA) all’interno dei CAJ di Gabu, Mansoa e Canchungo.

FORMAZIONE E REINSERIMENTO SOCIOECONOMICO PER DONNE IN SITUAZIONI VULNERABILI

Per quest’ambito sono previste cinque diverse attività: formazione professionale alberghiera per 30 studenti all’Escola Murialdo de Bissau; reinserimento delle vittime di violenza di genere ricoverate presso il Centro di accoglienza di Bissau attraverso l’Agenzia per l’Impiego delle Donne; accompagnamento di 4 microimprese femminili, finanziate dalla precedente azione, nel ruolo di antenne di sensibilizzazione e reinserimento socio-economico attraverso l’erogazione di tirocini; dotazione di due borse di studio, presso il centro di formazione professionale di Bula, per altrettante donne accolte al Centro de Acolhimento de São Domingos; formazione con la realizzazione di un corso pratico di sartoria e ricerca di occupazione per 30 donne vittime di violenza di genere accolte presso il centro di accoglienza di Bissau.

Partner di progetto