In breve

Il Bangladesh è uno Paesi più densamente popolati dove metà della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà. Agricoltura (riso, tè, senape) e settore dei servizi e industria manifatturiera sono le principali attività dell’economia nazionale. Emigrazione, difficile situazione economica, governo inefficiente e alti livelli di corruzione influenzano negativamente il Paese.

Il maggior gruppo etnico è quello bengalese (98% della popolazione), affiancato da migranti binari e gruppi indigeni. La speranza di vita alla nascita è di 68.9 anni [UNDP, 2010], mentre il tasso di alfabetizzazione tra i giovani 15-24 anni è del 75.5%. La lingua ufficiale è il Bengalese e l’inglese è utilizzato dalle classi medio-alte. La capitale è Dhaka. La condizione femminile è particolarmente difficile: le donne sono infatti spesso vittime di violenza e di attacchi (uno dei mezzi più utilizzato è l’acido per sfigurare il volto).

L’azione di Mani Tese

Mani Tese in Bangladesh opera nei distretti di Khulna e Bandarban. I beneficiari degli interventi sono i più poveri e vulnerabili, in particolare donne e minoranze etniche.Le azioni mirano a stimolare l’economia locale, investendo nel microcredito, nell’agricoltura e nell’allevamento, per migliorare tecniche di produzione e macchinari e favorire attività economiche.

L’istruzione (formale e professionale) rimane uno dei principali obiettivi di Mani Tese, come principale strumento di emancipazione e crescita. Sebbene l’azione sia incentrata su progetti di sviluppo, nel corso degli anni è stato necessario attuare interventi di emergenza (distribuzione di acqua, cibo e medicinali per primo aiuto e realizzazione di centri di accoglienza) in aree colpite da eventi disastrosi. Alcune zone (in particolare il sud-est del Paese) in cui Mani Tese opera in collaborazione con i partner locali, sono state colpite da cicloni negli ultimi anni.

dettagli paese

Ranking 139 [UNDP, 2016]
41/1000 [al di sotto dei 5 anni. UNICEF, 2012] 33/1000 [al di sotto di 1 anno. UNICEF, 2012]
<0.1 % [UNICEF, 2012]
87.0 % [OMS, 2015]
Advocacy, ECG e Campagne

Chiara

Sono Chiara Cattaneo e attualmente lavoro nell’Area Advocacy, Educazione Cittadinanza Globale e Campagne come Program Manager del Programma Schiavitù Moderne, sulle forme moderne di schiavitù – in particolare lo sfruttamento del lavoro minorile, il trafficking e lo sfruttamento del lavoro nelle filiere produttive. Dopo un BA in Antropologia Sociale, con specializzazione sull’etnografia del sudest asiatico, conseguito […]

 
Progetti
In corso
realizzati