Kuku Smart

Sviluppo dell’avicoltura sostenibile per il miglioramento della sicurezza alimentare nella contea di Baringo

Il contesto

La contea di Baringo, in Kenya, si colloca nel bacino del fiume Molo, uno dei corsi d’acqua che nascono dalla foresta Mau, la maggior foresta pluviale dell’Africa dell’Est. Il bassopiano di Baringo appartiene alla fascia semi arida del Paese ed è esposto al rischio di desertificazione, colpito sia da siccità che inondazioni e dal crescente impatto del riscaldamento globale. Queste condizioni climatiche mettono a rischio la sicurezza alimentare dell’area. Il tasso di malnutrizione raggiunge il 25%, mentre oltre il 50% delle famiglie vive al di sotto della soglia di povertà.

Gli obiettivi

Il progetto Kuku Smart intende promuovere la sicurezza alimentare e nutrizionale nella contea di Baringo garantendo nuove opportunità di lavoro, in particolare per donne e giovani. L’obiettivo è di aumentare la produzione avicola e il commercio dei suoi prodotti per garantire all’intera popolazione della contea accesso a una migliore qualità di cibo. Il progetto si pone in continuità con l’esperienza che Mani Tese ha maturato insieme al suo partner locale NECOFA. Saranno inoltre promosse attività di informazione e sensibilizzazione in Italia, rivolte alla popolazione della Regione Emilia-Romagna, sulla valorizzazione della produzione agricola locale. 

Le attività

    1. Il progetto prevede l’introduzione di una razza avicola migliorata, la IMPROVED KIENYEJI, selezionata in un apposito centro di ricerca governativo e particolarmente adatta al contesto arido dell’area. 2. All’interno della città di Marigat verrà realizzato un centro avicolo con un incubatore solare per la crescita dei pulcini. 3. Verranno costruiti 10 pollai famigliari, che saranno affidati a 10 famiglie, le quali riceveranno una fornitura di capi avicoli migliorati e materiali da utilizzare per la costruzione dei ripari per gli animali. Le famiglie saranno inoltre coinvolte in attività di formazione. 4. La selezione dei nuclei familiari avverrà sulla base di criteri di tipo sociale e requisiti tecnici. 5. In Italia si prevedono attività di sensibilizzazione in Emilia-Romagna, nelle città di Bologna, Faenza e Finale Emilia, con la divulgazione dei risultati del progetto e delle principali tematiche affrontate.