“Ci aspetta una grande sfida. Alcuni soggetti, più o meno organizzati, costruiscono muri materiali e simbolici tra culture e religioni, tra l’Europa e il resto del mondo, dentro l’Europa stessa, nelle nostre città e persino all’interno delle famiglie, tra le diverse generazioni. Questi soggetti vendono l’illusione che l’uscita dalla crisi comporti inevitabilmente una selezione: i più puri, i più forti, i più furbi contro i deboli o i più svantaggiati. Il nostro impegno va in direzione opposta, nella costruzione di relazioni, di collegamenti fra le persone e le idee, perché è vero ancora oggi, come scriveva don Milani 50 anni fa, che “il problema degli altri è uguale al mio. Sortirne tutti insieme è la politica. Sortirne da soli è l’avarizia”.

La geografia globale della povertà cambia e anche la nostra azione per una società più giusta trova nuove declinazioni e così, sempre di più, le relazioni annuali di Mani Tese vedono integrarsi le azioni all’estero con quelle in Italia. Le reti locali del cibo che stiamo sostenendo in Benin assomigliano a quelle che abbiamo promosso in Europa con il progetto Hungry for Rights. L’azione a sostegno della sovranità alimentare che svolgiamo in Africa può essere compresa solo insieme al lavoro svolto con Expo dei Popoli per trasformare il sistema agro-alimentare mondiale che produce la povertà e la fame che stiamo combattendo. L’azione di recupero dei rifiuti che svolgono quotidianamente le nostre cooperative la ritroviamo anche nel progetto Bubaque Cidade Aberta, in Guinea Bissau. L’impegno in Bangladesh contro il traffico di esseri umani e lo sfruttamento del lavoro si completa con le azioni di sensibilizzazione contro le schiavitù moderne che stiamo promuovendo in Italia in questi mesi.

L’impegno delle associazioni locali di Mani Tese con i migranti è il simbolo di questa azione che unisce l’impegno alla solidarietà internazionale con l’incontro quotidiano con la diversità culturale. È in queste realtà che si abbattono i muri che frammentano la nostra società e si costruisce l’Europa del futuro.”

Di Valerio Bini

SCARICA LA RELAZIONE COMPLETA!

oppure sfogliala qui!

RELAZIONE MISSIONE 2014

MANITESE OPERA IN 12 PAESI DEL MONDO